Il Softair

Il soft air in generale

Il soft air è un attività ludico sportiva che vuole riprodurre situazioni belliche impiegando tattiche ed equipaggiamenti militari.
Il soft air nasce verso la fine degli anni 80, inizi 90,  del secolo scorso in Giappone. è un evoluzione dello splash contact, meglio conosciuto come paintball, che ha visto il suo primo natale negli stati uniti.
Attualmente, come vent'anni fa, il paintball è vietato in Italia, così come in altri paesi perché gli strumenti che si utilizzano, detti in gergo marcatori, presentano un'energia alla volata superiore al joule e per questo ritenuti nel nostro paese, come in altri, atti ad offendere.
Quella che è la base della filosofia nipponica è dovuta a leggi severissime in materia di armi, gli strumenti per il soft air comunemente detti ASG ( Air Soft Gun) sono delle riproduzioni alle volte fedelissime di armi vere ma che tuttavia presentano una potenza alla volata relativamente bassa restando sempre sotto il limite del joule.
In Italia la diffusione di questa attività inizia nei primi anni 90 con la nascita di piccole associazioni che usavano strumenti a molla e le prime repliche a gas.
Oggi il panorama nazionale è molto cambiato, su tutto il territorio abbiamo la presenza varie centinaia di associazioni, abbiamo federazioni e comitati che raggruppano le varie associazioni. A riguardo vengono organizzati tornei e corsi di apprendimento oltre che fiere e manifestazioni di ogni genere.

Equipaggiamento e ASG

I giocatori, detti softgunner, nel praticare quest'attività indossano tute mimetiche, gilet tattici, anfibi ed ovviamente le protezioni per gli occhi e per il viso, ma l'elemento più importante di tutto equipaggiamento è l'arma.

Le armi, o meglio gli strumenti, che si impiegano durante le giocate vengono definiti ASG e possono riprodurre pistole, fucili, fucili d'assalto, fucili di precisione, mitragliette, mitragliatrici ecc.
Questi strumenti possono avere vari tipi di propulsione, possono essere a molla, oppure a gas (o CO2) ed in fine elettriche.


Gli strumenti a molla ( BA bolt action) sfruttano l'energia di una molla che prima compressa, a mano, e poi rilasciata, mediante la pressione del grilletto, muove un pistone in un cilindro creando un getto di aria che permette al pallino di essere espulso dalla canna.

Gli strumenti a GAS o CO2 ( GBB gas blow back) sfruttano la pressione del gas contenuto in un serbatoio che al momento della pressione sul grilletto viene rilasciato in minima parte dando energia al pallino,  questo quindi viene espulso dalla canna.

Gli strumenti elettrici (AEG automatic electric gun) sfruttano essenzialmente la stessa tecnica degli strumenti a molla ma la compressione di questa non avviene in maniera manuale ma in maniera meccanica, cioè mediate il movimento di un motore che muove una terna di ingranaggi che quindi muove il pistone.


Vengono impiegati anche dei lanciagranate che proiettano in aria nuvole di pallini, bombe a mano, lancia razzi, mine Claymore e mine antiuomo che proiettano nuvole di pallini o della polvere colorata.

L'energia di ogni singolo strumento (fucili, pistole, granate ecc) deve essere sempre sotto il Joule.La legislazione italiana prevede come illegale una qualsiasi attività, di questo tipo, che utilizzi strumenti con potenza oltre a J, ritenuti armi di libera vendita e perciò atti ad offendere.

I pallini

I pallini utilizzati, in gergo detti BB (Ball Bullet), sono di forma sferica e misurano 6mm di diametro.
Il materiale utilizzato nella loro fabbricazione è plastico, o ceramico, ma ultimamente, per fortuna, si stanno diffondendo sempre più pallini in materiale biodegradabile o bio compatibile.

Filosofie di gioco

Le giocate si svolgono nei modi più disparati, tra le tante, quelle che più ci hanno influenzato nelle nostre giocate sono di due tipi, o meglio di due filosofie.

La prima filosofia definita combat, molto diffusa in Italia, prevede varie tipologie di gioco, si potrà avere ad esempio: una prima tipologia con una squadra d'assalto che deve conquistare un campo base avversario; oppure una seconda tipologia prevede che le squadre devono conquistare i campi base avversari, ma allo stesso tempo devono difendere il loro l'unico limite è solo la fantasia.
Questa prevede che al momento in cui il giocatore viene colpito, anche da un solo pallino su qualsiasi parte del corpo o dell'equipaggiamento compreso il fucile, deve dichiararsi alzando le mani e urlando "colpito" uscirà dall'azione, mettendosi in un punto dove non si disturbano gli altri giocatori ancora in vita, per poi ritornare in vita per l'obiettivo successivo.

La seconda filosofia definita FTH (acronimo di Fuck the Highlander), poco diffusa in Italia perché molto impegnativa, è il frutto del lavoro di varie associazioni piemontesi e lombarde. Queste sono riuscite a creare un regolamento che rende le giocare molto reali. Tra le tante innovazioni, ad esempio, quando si viene colpiti, a differenza della filosofia precedente non bisogna dichiararsi e levarsi dall'azione, ma bisogna simulare di essere stati colpiti da un proiettile vero, quindi cadere a terra ed aspettare l'intervento di un medico che provvederà a simulare delle cure applicando delle fasciature che, per la prima volta andranno ad impedire il corretto uso di una gamba, quando si viene colpiti per la seconda volta andranno a rendere inutilizzabile una mano, ed infine quando si viene colpiti per la terza volta andranno a fasciare il capo rendendo inutilizzabile un occhio.

Campi da gioco

Le giocate vengono svolte di solito o in montagna, oppure in qualche paesino disabitato, fabbriche dismesse e quant'altro. Ovviamente prima di utilizzare un determinato luogo, sia se è privato che se è pubblico, occorre avere determinati permessi e occorrerà avvertire l'autorità di pubblica sicurezza per non incorrere in spiacevoli situazioni.

Evoluzioni

Dall'interno, il soft air è stato oggetto di critiche dovute essenzialmente alla poca onestà di alcuni soggetti, che per fortuna sempre più sono stati allontanati dalle varie associazioni, generando un processo evolutivo.

E' nata la variante del Laser Tag che vanta di poter raggiungere un realismo impressionante poiché la gittata di un marcatore(che utilizza un raggio ir in luogo dei pallini e un ricevitore per capire se si è stati colpiti) è pari a quella della controparte reale, perdendo però tutto il realismo di espellere veramente un colpo dal fucile.
Magari un loro sniper per poter colpire il bersaglio non dovrà calcolarsi la velocità del vento, la distanza dal bersaglio, i MOA (minutes of angle) usando il reticolo della propria ottica, e sarà molto semplificato nello scopo.
Oppure un loro assaltatore sparando in un cespuglio non potrà colpire chi è situato dietro e certamente non godrà mai nel fare un cambio caricatore veloce o tattico, o semplicemente non saprà mai cosa si prova mentre spari e la tua arma rincula e scarrella.

Ma ovviamente non si può stabilire quale delle due pratiche è la migliore perché sono molto diverse e sono diverse anche le emozioni che trasmettono.


Critiche

Nel corso degli anni il soft air è stato oggetto di numerosissime critiche.
E' stato definito come un attività violenta volta all'esaltazione della guerra, e i suoi partecipati sono stati definiti come dei guerrafondai violenti ed esaltati, ma nulla di tutto questo è vero.
Infatti alla base di questo sport è fondamentale l'onestà, nessuno lo pratica con atteggiamento violento ( è vietato il contatto fisico) ma ciò a cui aspirano tutti i giocatori è solo un po di sano divertimento per scaricare tutte le tensioni e i problemi della vita quotidiana.
Sui campi da gioco si incontrano persone provenienti da tutti i ranghi ed estrazioni sociali, abbiamo studenti, operai, idraulici, artigiani, professori, medici, avvocati, ingegneri, professionisti di ogni genere, tutti accomunati dalla passione per questo fantastico "sport".
Il Soft Air è un gioco che ti permette di vivere delle esperienze bellissime godendo di quello che è lo spettacolo della natura, vengono stretti dei legami di amicizia molto forti tra i vari membri della propria associazione, diventando come una grande famiglia.

Quindi il consiglio che vi posso dare è semplicemente quello di abbandonare i soliti sciocchi pregiudizi e venire a provare questo fantastico "sport" per condividere con noi quelle emozioni che solo il Soft Air può dare.

 

Silvio "Lake" Presidente 11° G.O.I.

Like Us On Facebook

Banner